31 Maggio 2020
News
percorso: Home > News > News Generiche

Stop alle attività, facciamo due chiacchiere con coach Piccinelli

10-03-2020 20:03 - News Generiche
La sosta è forzata a causa delle ultime disposizioni, per cui cogliamo l'occasione per fare una chiacchierata con il nostro coach Andrea Piccinelli, per chiedere come sono sembrate le ultime tre gare e come è andata con l'innesto di Micaela Sciutti, oltre alla gestione dei rientri da infortuni delle biancorosse.

Coach, torniamo un attimo indietro fino a prima dello stop, come vedevi la squadra?
Innanzitutto è ovvio che non ci piaccia la sosta e che non è mai bello fermarsi, soprattutto per un motivo di questo tipo, però la sosta è giusta e inevitabile. Dal punto di vista tecnico, dopo questa prima parte di girone di ritorno siamo andati in crescendo, e lo abbiamo dimostrato nelle ultime partite che abbiamo vinto, contro tre ottime squadre come Milano, Costamasnaga e Bresso, nonostante assenze importanti, nonostante i nostri acciacchi e una condizione non al meglio, però abbiamo fatto tre buone partite. Soprattutto quella con Milano Basket Star e quella con Bresso, in cui abbiamo dato una dimostrazione convincente nonostante mancassero elementi come Ale Visconti, come Elena, però abbiamo fatto un'ottima partita e abbiamo proprio voluto vincerla. Sinceramente la prima settimana di stop ci ha permesso di recuperare acciacchi ed energie, però adesso vedremo cosa accadrà.

Parliamo di Micaela Sciutti, come è andato il suo inserimento in squadra?
L'abbiamo fortemente voluta e lei ci sta ripagando perché come persona e come giocatrice è l'ideale per noi, cioè ci da tanto sotto ogni profilo e anche tecnicamente, certo si è dovuta un po' adattare ai nostri schemi, al nostro gioco e ovviamente anche al campionato. In queste partite ci ha dato una grossa mano e sono sicuro ce ne darà ancora.

Parliamo di giovani?
Dunque ci stanno dando tutte una grossa mano, ovvio che il gap tra le nostre giovani e le senior è elevato e non l'ho nascosto fin dall'inizio, a loro ho chiesto di mettersi un po' in gioco, di portare entusiasmo ma anche sana competizione, perché noi abbiamo bisogno per la squadra che siamo anche di quello. Piano piano hanno capito i meccanismi, il livello degli allenamenti e del campionato e devo dire che anche loro, chi più chi meno, sono cresciute. La cosa positiva è che nell'ultimo periodo abbiamo inserito anche tre giovani Under16 che ci stanno dando una grossa mano soprattutto a livello di allenamenti e a loro ho detto proprio di non avere paure particolari o soggezione, ma anzi devono avere lo stimolo e la felicità di mettersi in gioco e di misurarsi con quelle più grandi. Devono provare a confrontarsi, provare a rubare qualche segreto alle più grandi, magari provare a stoppare, perché no, ed è la sana competizione quella che ci può dare una mano anche nel finale di stagione. Alle giovani dico proprio questo, vincere le proprie paure, tuffarsi nel mondo senior col sorriso sulle labbra, la voglia di migliorarsi e senza paura di sbagliare.

Tra le giocatrici più esperte, chi vedi più in crescita e chi invece potrebbe dare di più, magari riservando ancora qualche sorpresa?
Innanzitutto alle senior devo dire grazie perché stanno facendo una stagione super, perché tra mille difficoltà e imprevisti di ogni tipo, chi prima e chi dopo tutte hanno dato un contributo incredibile. Spendo una citazione a parte per due persone: una è Ludovica Rossini che si è praticamente caricata, ad un certo punto della stagione, la cabina di regia sulle sue spalle, e onestamente ha giocato per due, a volte le ho anche “tirato un po' il collo”, le avevo promesso di darle un po' di fiato durante la partita, ma non glielo ho mai dato. Quindi a lei va un plauso perché ha saputo tenere lucidità quando penso le sarebbe potuta venir meno durante la partita, e ha diretto veramente la squadra fino ad adesso e dovrà continuare a farlo e in maniera ottima. L'altra è Alessandra Visconti: si è calata perfettamente nel ruolo che le avevo chiesto a inizio stagione, quello di essere un po' il traino e un modello, un esempio positivo per la squadra. Lei oltre a far questo sta facendo una stagione super, nonostante qualche acciacco, e sempre con grande disponibilità. La sua classe e il suo talento sono veramente un esempio, in campo e fuori. Però non voglio dimenticare Francesca Mistò, la capitana Francesca Cassani, che anche lei ha stretto i denti tante volte e ha trascinato la squadra, Sara Polato, Alexndra Zuccoli, che è stata un po' sacrificata da inizio stagione, ma potrebbe avere un ruolo importante nel finale; aspettiamo Elena Mistò, e un altro plauso lo voglio fare a Elena Premazzi che, dopo un inizio titubante, ha capito qual era il suo ruolo e adesso sta diventando veramente una trascinatrice della squadra, ma ripeto tutte le senior sono state fondamentali quest'anno.

Avversarie, aspettative e sorprese: da quale squadra ti aspettavi di più e quale ti ha stupito in positivo?
La serie B di quest'anno è davvero di alto livello, molto equilibrato e tutte le squadre possono fare bene e possono battere tutti. Non a caso con San Gabriele, che era ultimo in classifica, noi abbiamo fatto fatica rispetto al girone d'andata. Ho visto tante squadre in crescita e quindi dico che porto rispetto per tutte. Dire chi mi ha “deluso” non piace, ovvio che si è notato il calo che ha avuto Lodi dalla prima parte di stagione in cui era prima in classifica con noi, e adesso il fatto che abbia perso alcune partite non deve ingannare perché la qualità della squadra è innegabile e mi aspetto che facciano un finale di stagione di orgoglio e di vittorie. Non saprei dire chi mi ha sorpreso, il ritorno di Vittuone non è proprio una sorpresa perché è allenata benissimo; non è una sorpresa nemmeno la crescita di Milano Basket Star perché le qualità ce le ha e le ragazze anche e ora ha anche una guida tecnica che davvero le ha prese in mano e ha dato una bella svolta alla squadra. Vedo tante squadre buone, tra cui Pontevico, di cui avevo detto all'inizio, e quando avevamo vinto di 5 punti contro di loro a chi questa vittoria sembrava troppo di misura lo avevo detto che era una grande squadra, e infatti adesso vediamo che è arrivata ora al terzo posto. Bfm non mi sorprende perché è allenata bene e ha un organico profondissimo e merita il posto che ha in classifica.

Come vedi i playoff e le potenzialità di Varese?
Dico che per i playoff le prime tre in classifica di adesso, oltre ad avere i punti di vantaggio sulle altre, sono anche le tre squadre che hanno le potenzialità maggiori. Dire in che posizione ancora non saprei: noi dobbiamo ancora vedercela con Pontevico, anche Bfm avrà qualche scontro diretto, è tutto ancora aperto. Poi certo che noi abbiamo ancora quattro punti di vantaggio sulla seconda e lo scontro diretto, chiaro che cercheremo di tenere fino in fondo innanzitutto la posizione playoff, poi se possibile anche il primo posto, ripeto con noi vedo Bfm e Pontevico un gradino sopra le altre.


Fonte: F. Amendola

Sponsor

[]
[]
[]
Grafica Esse Zeta

Rassegna Stampa

VARESE TRAVOLGE LODI E L'AGGANCIA AL COMANDO

09-12-2019 - Intervista a La Prealpina - Rassegna Stampa 2019_2020
[]
La Prealpina 09/12/2019

Entusiasmo e idee chiare

30-08-2018 - Intervista a Lilli Ferri - Rassegna Stampa 2018_2019
[]
Entusiasmo e idee chiare
Umilmente ambiziosi, la strada indicata da Lilli Ferri per questa nuova avventura in serie A2

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account