28 Ottobre 2020
News
percorso: Home > News > Under 18 Elite

Interzona Under 18 Elite: VARESE IN FINALE NAZIONALE!

28-04-2016 16:44 - Under 18 Elite
Interzona 2016.
Se la prima volta non si scorda mai (2014), anche la seconda rimarrà ben scolpita nella memoria.
Interzona significa competere con squadre di altre regioni, altre realtà, altri contesti.
La formula di quest´anno prevedeva 8 concentramenti da 4 squadre l´uno. Nei Concentramento 1 e 2 staccavano il pass per le Final Eight Nazionali le prime due squadre classificate, mentre nei rimanenti a qualifcarsi era solo la prima.
Le nostre Under 18 #WAV, in virtù della vittoria del campionato regionale, erano inserite nel Concentramento 1, insieme a Schio, Ragusa e Livorno. Ecco il nostro "diario di viaggio".

25 APRILE
A questi appuntamenti la squadra arriva in condizioni emotive sempre nuove e da scoprire, soprattutto se per tante ragazze è la prima volta, ma forse anche quando è "già" la seconda e nel viaggio in pulmino scopro cose nuove delle mie giocatrici che in 8 mesi di allenamenti neanche avavo immaginato; un pranzo quasi sano e una camera d´albergo giusto in tempo per depositare i bagagli e poi ecco la prima partita: ore 17.00 PalaFerrari_Castel San Pietro (Bologna), Varese Ragusa.
Nella frenetica corsa all´informazione dei giorni precedenti, si attiva la rete d´intelligence degli allenatori di tutta la penisola, i numeri di telefono dei coach diventano una preziosa merce di scambio e controllare la fuga di notizie su schemi, difese, punti forti e deboli è davvero impossibile. Ma questo è il bello di giocare a un livello nazionale, ci sentiamo tutti un po´ più professionisti.
Quando scendiamo in campo con Ragusa, campione regionale in Sicilia, la nostra prima regola è non lamentarci del nostro viaggio perché il loro è stato sicuramente più impegnativo. La seconda regola è come da tradizione: "non siamo in gita".
La squadra è concentrata, gioca con una buona circolazione di palla e con soluzioni dalla media e lunga distanza (7 bombe a fine gara) che portano subito un ottimo bottino prima dell´intervallo (41 a 22). Nel terzo periodo è ancora Varese con un parzialone di 29 a 5 a dettare legge, fino al definitivo 80 a 43 che manda tutti sotto le grinfie di Coach Zanotti per lo stretching di fine gara. Abbiamo rotto il ghiaccio e domani ci aspetta una bella montagna da scalare.

26 APRILE
La formazione di Schio non ha bisogno di presentazioni, nella gara precedente è uscita vincitrice con Livorno (56 a 34) sono la seconda formazione Veneta semplicemente perché la prima si chiama Reyer, che vanta un organico da Dream Team Usa anni 80. Respiriamo l´aria da partita della vita, anche se in realtà non lo è, ma non si possono accendere e spegnere le emozioni come fossero interrutori, quindi entriamo in campo con quel che passa il cuore.
Dopo le prime giocate incominciamo a vedere qualche fantasma. Schio ci punisce con la tecnica e si porta a 11 lunghezze di vantaggio a metà gara. Lo spogliatoio all´intervallo a volte è un oasi, a volte un deserto, a volte solo quattro mura. Si torna in campo e la prima impressione è quella di essere stati inutilmente tra le quattro mura, infatti incassiamo un mini parziale che ci sotterra a -16. Nonostante tutto gli occhi delle mie giocatrici sono quelli giusti... e questa è l´immagine più bella di tutti e tre giorni. I giusti pensieri incanalano nelle giuste azioni e Varese trova il bandolo della matassa, facendolo un po´ perdere alle orange di Schio: lo svantaggio si dimezza nel corso del terzo periodo, poi nel quarto mettiamo la freccia e sorpassiamo come un missile taglia gambe; il 18 a 7 finale ci fa esplodere di gioia, consegnandoci la prestigiosa vittoria e altri due punti nella classifica.

27 APRILE
Se tutto è difficile prima di essere facile, la gara con Livorno non fa eccezione.
La sera prima il mio staff interpreta Benedict Cumberbatch in The Imitation Game presentandomi dei conti matematici che mi rifiuto di guardare, preferisco restare nella mia ignoranza: "rosa siamo primi, giallo rischiamo di essere fuori".
Alle 9.00 del mattino siamo tutti in palestra, per il saluto al sole e il riscaldamento.
Alle 10.00 si parte con 4 palle perse, confondiamo la velocità con la frenesia. All´intervallo solo 5 lunghezze di vantaggio ci separano da Livorno. Riprendiamo e mettiamo in campo qualche buona giocata che ci porta al vantaggio in doppia cifra toccando anche un +15, per chiudere con il definitivo 37 a 46 per Varese, una piccola goccia di sudore freddo scende dalla mia fronte e da quella di Zanotti, ma sorridiamo e ci diamo un cinque alto.

Il pulmino fa ritorno a Varese con un PASSeggero in più, ma che pesa tantissimo.
Il nostro SUPER PASS, che andremo a onorare e difendere con il coltello tra i denti a Roseto degli Abruzzi il 15 maggio, dove curiosamente saremo l´unico vivaio di una società che non milita in A1 o A2... onore Minors;)

--Lilli--

Alle Final Eight: Reyer Venezia, Geas, Battipaglia, Varese, Schio, Costamasnaga, Ancona, Marghera



Fonte: Lilli Ferri
Sponsor
[]
[]
Grafica Esse Zeta
Rassegna Stampa
VARESE TRAVOLGE LODI E L'AGGANCIA AL COMANDO
09-12-2019 - Intervista a La Prealpina - Rassegna Stampa 2019_2020
[]
La Prealpina 09/12/2019
Entusiasmo e idee chiare
30-08-2018 - Intervista a Lilli Ferri - Rassegna Stampa 2018_2019
[]
Entusiasmo e idee chiare
Umilmente ambiziosi, la strada indicata da Lilli Ferri per questa nuova avventura in serie A2

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio